Stazioni di rifornimento di idrogeno per un futuro più sostenibile

I veicoli elettrici sono già sulla bocca di tutti e da tempo vengono considerati i veicoli del futuro. Ora si sta delineando sempre di più un’ulteriore tendenza, perché in futuro anche l’idrogeno alimenterà i nostri veicoli.

Le auto a idrogeno sono fondamentalmente un’altra forma di auto elettrica. Ma qual è la differenza? Mentre i veicoli elettrici sono alimentati da batterie, i veicoli a idrogeno sono dotati di una cella a combustibile e di un serbatoio di idrogeno. Attraverso una reazione chimica tra idrogeno e ossigeno, si genera elettricità per alimentare il veicolo, mentre dallo scarico esce solo vapore acqueo. La propulsione a idrogeno, conosciuta anche come propulsione a celle a combustibile, annuncia così una nuova era nella generazione di energia.

Rispetto alle batterie come accumulatori di energia, l’idrogeno offre ulteriori vantaggi, in quanto è più leggero e garantisce una maggiore autonomia. Se l’idrogeno viene prodotto utilizzando energie rinnovabili come l’energia idroelettrica, eolica, solare, biomassa e geotermica, è anche completamente privo di CO2, perché l’unica emissione prodotta quando l’idrogeno viene convertito in elettricità è l’acqua. Inoltre, l’idrogeno è facile da immagazzinare e trasportare ed è disponibile ovunque, il che lo rende una fonte di energia particolarmente interessante. Ma perché i veicoli a idrogeno comincino a circolare sulle nostre strade, occorre soprattutto una cosa: una rete di stazioni di rifornimento di idrogeno dove gli utenti finali possano rifornire di energia i loro veicoli.

ESPANSIONE DELLA RETE SVIZZERA DI STAZIONI DI RIFORNIMENTO DI IDROGENO

073A3393_766x450.jpg

Pochi giorni fa, la Coop Mineraloel AG (CMA) ha aperto la sua terza stazione di rifornimento di idrogeno nella Eymattstrasse 15 a Berna-Bethlehem.

Al comunicato stampa

STAZIONI DI RIFORNIMENTO DI IDROGENO

Qui entra in gioco la Coop Mineraloel AG: nell’ambito della sua strategia di sostenibilità per le energie alternative, l’azienda punta da tempo sull’idrogeno come vettore energetico ad alto potenziale. Per questo motivo, già nel 2016 ha aperto la prima stazione di rifornimento di idrogeno pubblica della Svizzera a Hunzenschwil (AG). Il secondo distributore è stato inaugurato a Crissier (VD) nel febbraio 2021 e altri sono già in programma. Le stazioni di rifornimento di idrogeno della Coop Mineraloel AG permettono attualmente di rifornire automobili (a 700 bar) e veicoli commerciali o autobus (a 350 bar). Il processo di rifornimento richiede circa lo stesso tempo del rifornimento di benzina o diesel. Il costo del carburante per chilometro equivale all’incirca a quello odierno della benzina e del diesel.

In qualità di membro fondatore dell’associazione di sostegno H2 Mobilità Svizzera, la Coop Mineraloel AG si è posta l’obiettivo di ampliare ulteriormente la rete svizzera di stazioni di rifornimento di idrogeno. In questo modo intende offrire un importante contributo alla sicurezza dell’approvvigionamento dei veicoli a idrogeno in Svizzera, indicando allo stesso tempo la strada verso una mobilità sostenibile.

Roger Oser, Presidente della direzione aziendale di Coop Mineraloel AG, ha dichiarato:

«Con la nuova stazione di rifornimento di idrogeno a Berna-Bethlehem, la Coop Mineraloel AG fornisce un ulteriore contributo all’ampliamento della rete di stazioni di rifornimento di idrogeno in Svizzera.

Siamo convinti dell’importanza della mobilità a idrogeno come forma sostenibile di propulsione e quindi, anche in futuro, prevediamo di aprire ulteriori stazioni di rifornimento di idrogeno lungo le strade maggiormente trafficate.»

SCOPRIRE ORA TUTTE LE STAZIONI DI RIFORNIMENTO DI IDROGENO COOP

L’IDROGENO COME CARBURANTE PER AUTO IN BREVE

FAQ

Come si può usare l’idrogeno nella mobilità?

Si tratta di una tecnica affascinante: quando gli elementi idrogeno e ossigeno si combinano, viene rilasciata energia. Se la combinazione avviene in modo controllato in una cella a combustibile, l’elettricità può essere utilizzata per la propulsione dei veicoli. Dallo scarico non esce altro che vapore acqueo. C’è un punto debole, però: in natura, gli elementi sono disponibili solo in coppia, sotto forma di H₂O – ovvero acqua. Per poter isolare l’idrogeno (H₂), occorre energia. Se per produrla usiamo ciò che la natura ci offre gratuitamente – sole, vento, energia idrica – i conti tornano.

Quanto tempo ci vuole per fare il pieno a un’auto a idrogeno?

Il tempo di rifornimento dei veicoli a idrogeno è paragonabile a quello dei veicoli a benzina e diesel.

COMUNICATI STAMPA

LINK